ELSEWHERE

How was “Elsewhere” born?

“Elsewhere” is a place still to be found and to be.

Given the looking for an alternative to usual 8 to 5, five days a week, to planned holidays, given the inland frozen environment, and given the incredible luck to do some experiences in places extremely inspiring, we (Paolo, Nimea, Rissa & Pina) decide to get our hands dirty in a brand new reality.

“Elsewhere” will be our journey too, including all the physical distances that will bring us to different people, emotions and situations and who knows what else.

The best part is traveling and what you bump into.

//

Da dove nasce “Elsewhere“?

“Elsewhwere” è un posto ancora da scoprire e trovare.

Visto che negli ultimi anni la ricerca di alternative al canonico 8-17, 5 giorni a settimana, alle vacanze programmate, ad un contesto immobile, e vista la fortuna di compiere delle esperienze in luoghi particolarmente ispiranti, decidiamo (Paolo, Nimea, Rissa & Pina) di andarci a sporcare le mani in una realtà a noi nuova..

“Elsewhere” sarà anche il viaggio che compiremo, i km fisici che ci porteranno a scoprire persone, emozioni e situazioni diverse e chissà cos’altro.

Perchè il bello sta nel viaggio, e in quello che incontrerai.


POL

-Paolo Rocchi-

I love learning. Who would have said that? I love moving: it makes me active and feeling well. At the end after almost 18 years of buyers, airports, hotels and reports, I had to find something brand new to push me forward.

I leave because I discovered I am curious. This pushed me through many business trips during my sales career and interacting with new cultures turned out to be very precious. It wides your eyes when it happens, giving you the chance to evaluate better even your own situations (sometimes positively, sometimes nope). I am truly convinced that living at a different pass is possible. Hopefully we will have the chance to taste existing examples to cooperate, share and take inspirations!

//

Mi piace imparare. Chi l’avrebbe mai detto? Mi piace muovermi, mi attiva e mi soddisfa. D’altronde dopo 18 anni di uffici acquisti, aeroporti, hotel e report, qualcosa di nuovo me lo dovevo inventare direbbe qualcuno.

Parto perchè ho scoperto di essere curioso. Nei viaggi di lavoro è sempre stato un pò quello a spingermi. La possibilità di interagire con altre culture è diventato qualcosa di molto prezioso per me. Mi ha sicuramente aperto gli occhi in molte occasioni, valutando così da altri punti di vista la mia di situazione (a volte nel bene, a volte nel male) . Sono convinto che si possa vivere in modo più etico, e mi piacerebbe vedere e toccare gli esempi che già esistono per cooperare, per capire meglio e prendere spunto!


NIX

-Nimea Bertola-

I am a practical-dreamer: in love with nature and technology, open and homey small spaces, people and loneliness, sports and amacas, music and silence. I’ve always tried to live a life full of emotions, trying to get the best from each of them.

My job is graphic designer since I was 18. I worked in different environments and I understood finally that acquired skills can travel with me and don’t need an office anymore to be efficient and performing very well.

I start this new adventure of my life to understand if it is possible to live with a different pass: free from timing and external rhythms, a step back from current economic, political and social models, a step closer to nature and my own.

//

Sono una pratica-sognatrice: amo la natura e la tecnologia, gli spazi aperti e gli ambienti piccoli e accoglienti, le persone e la solitudine, lo sport e l’amaca, la musica e il silenzio. Ho sempre cercato di vivere una vita piena di emozioni cercando di fare tesoro di ognuna di esse.

Faccio il graphic designer da quando ho 18 anni ed ho lavorato in realtà molto diverse tra loro, finalmente ho capito che le skills acquisite possono viaggiare con me e non hanno più bisogno di un ufficio per essere efficienti.

Ho deciso di incominciare questa nuova avventura per capire se è possibile vivere in maniera differente: liberi dagli orari e ritmi imposti, più liberi dagli attuali modelli economici, politici e sociali, più vicini alla natura e all’Essere.


PINA & RISSA

-daughter and mother-

I’m Rissa, a proud forest wolf, trapped into a 3,5 kegs dog’s body. I am brave and fearless (until a thunder happens…) I love friends and when I meet them I perform super-ballet, just to say hello. I love keep everything under my radar and I don’t miss a move. Generally yapping I am quite, but don’t talk to me about food: I get crazy and I defend it as the last on earth!

Hello I’m Pina, a lovely little dog with Doe eyes. I am the acrobatic one of the family: love jumping around from rock to rock, and my jumps are impressive, I like swim and running behind a ball and little wood sticks.
I love to be well shaped and spend evenings cleaning my fur, I love hair drying and I have a stunning dread behind my right ear. I am very sociable and friendly to whom I know -humans say even too much..Meh. No idea about what they mean, I’ve just been stocked to you 2 hours!- but with new people I am a bit shy and it needs sometimes before I trust them… I bark, just in case!

We both don’t know exactly what to expect from this trip, most important thing is to stay together and run like crazy in open spaces.

Woof!

//

Io sono Rissa, un fiero lupo della foresta intrappolato nel corpo di una canina di 3,5 kg. Sono coraggiosa e spavalda (finchè non scoppia un temporale), amo gli amici e quando li incontro faccio dei bellissimi balletti per loro. Mi piace avere la situazione sotto controllo: i miei sensi sono sempre in agguato per sapere cosa succede tutto intorno e non mi sfugge nessun movimento. In generale sono abbastanza pacifica, ma se si parla di cibo non capisco più niente e lo difendo sempre come se fosse l’ultimo pasto.

Ciao, sono Pina, una dolce cagnetta con lo sguardo da cerbiatto. Sono l’acrobata della famiglia: amo saltare da un masso all’altro, so fare dei balzi davvero sorprendenti, mi piace nuotare e giocare con la palletta e i legnetti. Amo apparire sempre al meglio, infatti passo serate intere a pulire e ordinare la mia lunga pelliccia, mi piace essere phonata e fotografata ed ho un bellissimo dread dietro l’orecchio destro. Con chi conosco sono molto socievole (gli umani dicono fin troppo… bah… non li capisco!), con gli altri sono un po’ timida e deve passare un po’ di tempo perché riesca a fidarmi… io nel dubbio abbaio!

Entrambe non sappiamo cosa aspettarci da questo viaggio, a noi basta stare insieme e correre all’aperto.

Bau!