WORKAWAY VOLUME TWO: the rebellion strikes back

Agosto 10, 2019 0 Di ElseWhere

Here we are again, with a new workaway period! We choosed Lucas and his project, driven by the activity list described and the place, southern enough to overtake the winter.

Andalusia has a very nice weather in this season, just some rain drops and some wind, but all in the sun is still warm and a pleasure for the skin.We spent some days surfing at El Palmar, not far away from Chiclana de la Frontera, where the project is located.

In this period of the year, El Palmar is perfect if you are traveling with your van or camper-van, until April ther is an super nice place where most of the surfers stop during the night or just park to enjoy the front surf spot. It is a very wide spot, along the shorebreack it is common to see sever groups spread on the many many peaks. The waves are nice, but it struggles a bit if wind is too strong. During sunny days and pumping swell, might be crowdy, but there is enough space for everybody.

During the season unlucky the signal to keep campers away are more or less everywhere, but El Palmar Camping offers a good base for some days and it is super close to the beach. We will remember about one of the best shower of this trip, hot water and empty place!

The adventure with Lucas began January 15th, together with 3 more workawayer on board: Kiki e Tom, already our friend who are traveling too with their camper-van and Jana, looking for a place to stop by for 2 or 3 months in the area.

Lucas is French and Austrialian, living in Spain since a decade, he handle with Paula the nearby Zip-line park; he surfs, meditates and would like to fill the world with food forests. Has 2 wonderful and amazing dogs, Pirata and Rumbo, best friends street dogs.

Lucas wanted to implement the permaculture approach and techniques to his piece of land and his attitude is very much alligned. Having the chance to travel very young, he went through Australia, dad’s home country, where he kept himslef busy as a cook. Lately he went to Africa, talking for hours with the locals in front of unlinimted cups of tea! Many of the exchanged tales about traveling where very funny while some others where weird! Plus uncounted moves in Europe!! 

Having 2 vans gave us the chance to live and work in 6 persons and just occupy the common space together, while everyboy was keeping his priate space. The Millenim and Garbo (the name of the other van!) have been the most comfortable choice.

As a team of 6 we have been to carry on all the activities planned, like:

Compost toilet: a guite place, sheltered and nice where you can poo comfortable to later have your own compost!

Mandala-garden: providing nutrition without turning the ground upside-down, using available organic materials

Food forest: making the ground richer of nutrients and planting specific trees chosen by Lucas, using jars to fight the possible scarcity of rain.

Everybody had the chance to work on most of the projects, in order to gain confidence with tools and materials. It is just a matter of trying, than everyone can find the best tool, Pol got the chainsaw and Nix go the “Thor” Hammer!

The time spent all together has been super fun, but not only. We found permaculture-woodowkring-carpentry-porn very useful and gave us the chance to talk a lot about problems and solutions for the three weeks

Being inspired by some examples on books and the web, we had the chance to discuss pro’s and con’s of techniques a lot which has been always super interesting. Some mistakes happened, as they have to, but it was always an opportunity to face a problem, solve it and obtain the basis to not step again into it.

Fortunately is was not only work and permaculture, but we had a lot of cooking, movies (mainly Czech, level of Famous Rag. Fantozzi Corazzata Kotiomkin) and evening of card games!

Tom and Kiki, already our friends since a while and with common workaway experience in the past, got their name as great speakers and super workers. Both enjoyed a lot of new tools which they never used before, getting the job done very well! Their cats too, Ciccio and Robi, enjoyed a lot the woods around as a proof that cats can be fulltimers too!

If anybody needs a break sooner or later, this doesn’t work for Jana, strong Czech girl. She never got tired. Between workaway and her duties as translator, her batteries were never down!

Thanks to this feature, she was able to tell us a lot of stories about her home country, showing one thing: the woman status still requires steps forward also in the East of Europe. Jana will enjoy the warm weather of Spain for the next three months, to later go back home to take here of her garden too!


—> scroll down for more pics and videos <—

//

Eccoci di nuovo, con la nuova esperienza di workaway! Abbiamo puntato su Lucas e il suo progetto guidati sia dalla descrizione delle attività da svolgere, sia dalla località, abbastanza a sud per poter superare agevolmente l’inverno.
L’Andalusia offre un clima niente male in questo periodo dell’anno, con qualche giorno di pioggia e un po’ di vento ma in generale il sole resta caldo e piacevole.
Abbiamo passato un po’ di giorni a far surf a el Palmar, poco lontano da Chiclana de la Frontera, sede del progetto.. In questo periodo dell’anno El Palmar è perfetto se siete in furgone o camper, fino ad Aprile c’è un ampio parcheggio, dove sostano un po’ tutti i surfisti in viaggio, lo spot ha parecchi picchi raggiungibili a piedi e regge con buona misura le mareggiate da ovest, ma la varietà di bank lo rende piuttosto affollato nei giorni buoni. Resta comunque molto divertente, ma può anche essere frustrante nei giorni di vento!

Purtroppo in alta stagione i divieti per i camper sono un po’ ovunque, ma il camping El Palmar, offre una buona base per qualche giorno ed è molto vicino alla spiaggia. Ce lo ricorderemo come una delle docce più calde!

L’avventura con Lucas inizia il 15 Gennaio, e insieme a noi, altri 3 workawayers si uniscono alla brigata: Kiki e Tom, anche loro in viaggio con il camper e già nostri amici e Jana, ceca ed in cerca di una sistemazione qui vicino per i prossimi 2 o 3 mesi.
Lucas è Franco-australiano, vive in Spagna da circa 10 anni, è socio con Paula dell’adventure camp poco lontano; surfa, medita e vorrebbe riempire il mondo di food forest. Ha due adorabili cagnoni, Pirata e Rumbo, amici trovatelli inseparabili.

Sul suo terreno vuole implementare le logiche della permacultura in tutto quello che fa, a partire dall’orto al creare piccoli ecosistemi. Ha un background da viaggiatore ed infatti appena compiuti i 18 anni si è trasferito in Australia, terra d’origine di suo papà, dove ha potuto viaggiare e lavorare come cuoco. Successivamente è stato in Africa, con lunghe ore a bere the e chiacchierare del più e del meno.
Insomma, abbiamo  avuto la possibilità di scambiarci un sacco di racconti, molti divertenti, altri curiosi.
Il fatto di avere 2 camper ci ha permesso di vivere in 6 solo gli spazi comuni, lasciando così spazio privato un po’ per tutti. La stanza da letto disponibile era comoda, ma era pur sempre una. I camper, ormai rodati, sono stati la soluzione più comoda per noi e Tom e Kiki.

In 6 siamo riusciti a portare avanti tutti i progetti previsti, che erano:

Casetta compost toilet: un posto tranquillo, riparato e carino in cui poter fare la cacca in modo confortevole per poi trasformarla in compost;

Un orto mandala: senza rivoltare il terreno ma dando gli input nutritivi con strati di materiale organico;

Food forest: arricchendo il terreno e piantando gli alberi scelti da Lucas sostenendone il bisogno d’acqua con il sistema delle giare

I lavori sono stati portati avanti in rotazione, di modo che tutti potessero partecipare e imparare ad usare i materiali e gli  attrezzi necessari. Tra attrezzi e strumenti vari, ognuno trova il suo (Pol ha trovato la sega a motore per tagliare la legna, Nix il martellone spacca-legna!).

Il tempo speso tutti insieme è stato molto divertente, ma non solo. L’utilità della porn-permaculture-woodworking-carpentry è stata spunto di molte chiacchierate, sul modo di approcciare i vari step che abbiamo affrontato in tutte e tre le settimane. Ricorrere agli spunti disponibili su internet e poi discuterne insieme pro e contro è sempre stato molto interessante. Qualche errore in corso d’opera era ovvio, ma ha permesso a tutti di confrontarsi con il problema, risolverlo ed avere poi le basi per non commetterlo ancora.

Per fortuna non è stato solo lavoro e permacultura, ma c’è anche stata tanta cucina, film (soprattutto cechi, degni della famosa Corazzata Kotiomkin del compiano Rag. Ugo Fantozzi), e serate di carte incendiarie!

Tom e Kiki, che conosciamo già da tempo e con cui avevamo già avuto modo di collaborare insieme con workaway, si sono confermati grandi oratori e super lavoratori. Entrambi si sono avvicinati per la prima volta a strumenti di lavoro fino ad allora mai tenuto in mano, cavandosela più che agilmente! Anche i loro gatti, Ciccio e Robi, si sono trovati a proprio agio nel bosco in cui il loro camper era parcheggiato (si può anche viaggiare con i gatti al seguito insomma!).

Se però anche loro ogni tanto avevano bisogno di un riposino, Jana, forte ragazza dalla repubblica Ceca, non era mai stanca. Tra il lavoro come workawayer e quello da traduttrice, sembrava non spegnersi mai! E’ proprio grazie alla sua energia infinita che ci ha potuto raccontare tantissime storie interessanti di casa sua, racconti che ci han fatto capire come tuttavia si debbano fare ancora parecchi passi avanti per quanto riguarda la considerazione delle donne. Ora Jana si gode il sud della spagna, per tre mesi dopo il periodo con noi e Lucas, per poi tornare a casa e preparare il suo orto.

————————– more pics and videos // altre foto e altri video ————————–